La legislazione UE che si applica ai detergenti e ai prodotti di manutenzione

Le normative UE garantiscono che tutti i detergenti e i prodotti di manutenzione disponibili sul mercato siano sicuri per l'utente finale e per l'ambiente. L'UE applica i più ambiziosi regolamenti a riguardo dell'immissione delle sostanze chimiche sul mercato. I contenuti legislativi più rilevanti per i detergenti e i prodotti di manutenzione sono: 

  • Regolamento sulla registrazione, valutazione e autorizzazione dei prodotti chimici (REACH)
  • Regolamento su classificazione, etichettatura e imballaggio (CLP)
  • Regolamento prodotti biocidi (BPR)
  • Regolamento detergenti

L'Agenzia europea per le sostanze chimiche, ECHA, è l'agenzia dell'UE responsabile dell'attuazione della legislazione chimica dell'UE. L'ECHA opera a favore di un uso sicuro delle sostanze chimiche a vantaggio dei cittadini dell'UE e dell'ambiente. A.I.S.E. è uno stakeholder accreditato dall'ECHA e collabora con questa organizzazione per il successo dell'attuazione di regolamenti fondamentali come REACH, CLP e BPR. 

REACH punta a migliorare la sicurezza e l'impatto ambientale delle sostanze chimiche attraverso l'identificazione delle loro proprietà intrinseche. REACH, entrato in vigore il 1° giugno 2007, è diventato il regolamento ombrello che disciplina la vendita delle sostanze chimiche e dei prodotti che le impiegano. Anche gli ingredienti utilizzati nei detergenti e nei prodotti di pulizia sono soggetti a REACH e sono stati sottoposti a una revisione sistematica e approfondita delle loro caratteristiche di pericolo e di rischio. REACH disciplina anche le restrizioni della commercializzazione e dell'uso di sostanze chimiche: in caso di un livello inaccettabile di rischio, REACH determina le restrizioni da applicare, ad esempio il divieto di vendita al grande pubblico di uno specifico ingrediente chimico.

I consumatori interessati ai dettagli tecnici del regolamento REACH possono leggere altre informazioni sul sito del settore, e sul sito dell'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA).

Il sistema di classificazione e di etichettatura delle sostanze chimiche (GHS) delle Nazioni Unite stabilisce un quadro coerente per classificare ed etichettare le sostanze chimiche in base ai pericoli collegati, a beneficio delle persone e dell'ambiente.. Il regolamento CLP (EU 1272 /2008) attua il GHS in tutta l'UE, Islanda, Liechtenstein e Norvegia.  La maggior parte dei detergenti e dei prodotti di manutenzione sono miscele e quindi devono rispettare ed essere classificati, etichettati e confezionati secondo il CLP.

Il regolamento fornisce indicazioni per identificare e classificare tutti i preparati con riferimento al pericolo che essi presentano per la salute umana e l'ambiente, come la loro infiammabilità, tossicità, gli effetti quando rilasciati in acqua, ecc. Fornisce inoltre indicazioni sull'etichettatura e l'imballaggio delle sostanze chimiche utilizzate nei prodotti. L’etichettatura può essere presente sia sull'imballaggio, come avviene per i prodotti di consumo, sia in schede tecniche di sicurezza per i prodotti professionali utilizzati in applicazioni industriali.

I consumatori interessati ai dettagli tecnici del regolamento CLP possono leggere altre informazioni sul sito del settore.

Il regolamento prodotti biocidi  (EU n. 528/2012) entrato in vigore il 1° settembre 2013 disciplina i prodotti biocidi in modo armonizzato in tutta l'Unione Europea per garantire che siano sicuri per l’inserimento sul mercato. Abroga e sostituisce il 98/8/EC.

L’A.I.S.E. sta offrendo assistenza per la sua attuazione in diversi modi, contribuendo alla discussione e alle attività con la Commissione Europea, le autorità competenti e l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA). L’A.I.S.E. sostiene l'obiettivo di un mercato europeo armonizzato dei prodotti biocidi. Accogliamo con favore i nuovi meccanismi introdotti dal regolamento, come l'autorizzazione dell'Unione, la valutazione armonizzata del rischio e il concetto di famiglie di prodotti biocidi. Riteniamo che un mercato interno armonizzato dei prodotti biocidi contribuirà a migliorare la disponibilità dei prodotti e a fornire incentivi all'innovazione riducendo il carico amministrativo. Garantirà inoltre che i medesimi elevati standard per la protezione della salute umana e dell'ambiente siano applicati in tutta l'Unione Europea.

I consumatori interessati ai dettagli tecnici del regolamento sui prodotti biocidi possono leggere maggiori informazioni sul sito del settore.

Il presente regolamento è in vigore dal 2005, quando ha sostituito diverse misure legislative precedenti. Richiede che i tensioattivi utilizzati nei detergenti soddisfino rigorosi criteri di biodegradazione. Ciò è importante per la protezione dell'ambiente, poiché la maggior parte dei detergenti e dei prodotti di pulizia vengono rilasciati negli scarichi e trattati negli impianti di trattamento delle acque. Il regolamento chiede inoltre che siano rese disponibili informazioni specifiche sui prodotti sugli imballaggi e via Internet, ad esempio riguardo alla presenza di piccoli quantitativi di ingredienti allergenici. Il regolamento è stato esteso per limitare l'uso di fosfati nei prodotti di consumo per bucato e nelle compresse per lavastoviglie in tutti i paesi dell'UE a partire dal 2013 (UE 259/2012).

I consumatori interessati ai dettagli tecnici del regolamento detergenti possono leggere altre informazioni sul sito del settore.